Ci piace essere immaturi...

November 14, 2016

 

Ci sono storie fatte per essere raccontate, storie da dimenticare, storie da ricordare, questa che voglio raccontarvi è  la storia di un grande amico.

Il nostro, questo piccolo grande mondo dove tutto si misura in scala, ma fatto di persone reali, il nostro un mondo dove cambia lo sfondo, il colore delle foglie, il disegno della pista, ma il tuo amico di banco, il tuo compagno di avventura non cambia. Come spesso mi piace definirci dei piccoli super eroi, di giorno nascosti dietro una cravatta, una divisa viviamo vite diverse, problemi diversi, ma che alla domenica mattina alle 6, siamo già pronti al primo Selfie con l’amico di avventura, macchina carica verso l’infinito ed oltre, verso quelle ore che ci fanno tornare indietro nel tempo, che ci fanno staccare la spina. Sempre al Max 3 è la trilogia di un ricordo che non è andato mai via, un ricordo di quelli che ti porti dentro, che fa male ma allo stesso tempo fa sorridere, ti fa pensare e guardare in alto sperando sempre di vederlo fra le nuvole sorridere. Sempre al Max sono mille, centomila, milioni di piccoli pensieri volati in cielo, aggrappati ognuno ad un palloncino colorato, tutti con la speranza di raggiungerti ovunque tu fossi in quel momento. Oscar Wilde diceva che essere immaturi, significa essere perfetti, beh a noi modellisti piace essere perfetti, perché solo con la perfezione, la dedizione, il sacrificio riusciamo a coltivare il nostro sport. Vogliamo continuare ad essere immaturi per non dimenticare, immaturi al punto di sbattere i pugni sul tavolo perché la propria macchinina è uscita di pista, immaturi perché anche se sai che è stata colpa di un altro pilota, sei pronto a stringerli la mano e dirgli a stronzo.. .e poi riderci ci su’. Immaturi perché ci fa sentire giovani dentro ed anche se con le rughe, qualche capello bianco ci piace salire sul palco e darci dentro. 128 volti, 128 sorrisi, 128 cuori che per qualche secondo avevano un unico pensiero, quello per un amico che non diceva mai di no, un papà, che non ti avrebbe mai deluso. Per questo vogliamo ricordarlo ogni anno così, perché per noi immaturi forse non è mai andato via e continua a vivere sotto i Box della pista che amava che coccolava.

A nome del Circuito Internazionale L.Collari voglio dirvi grazie per aver dato vita a questa grande festa, a voi che con tanti sacrifici attraversate in lungo e largo lo stivale, continueremo a dedicare passione dedizione e la voglia di far progredire questo meraviglioso sport.

Ciao Max noi ci saremo sempre.

 

Please reload

Post in evidenza

"non essere un nome" Spot Amsci 2016

February 13, 2016

1/1
Please reload

Post recenti

December 16, 2017

October 16, 2017

July 18, 2017